admin on 9 Maggio 2018

Ci sarà anche un campo di calcetto nel nuovo Residence Ca’Amata, i cui lavori partiranno a breve.

Ci sarà anche un campo di calcetto nel nuovo Residence Ca’Amata, i cui lavori partiranno a breve. Questo per un accordo con il Comune di Riese, grazie al quale la struttura sportiva sarà a disposizione di tutta la comunità. L’area nei pressi del Golf Club si sta caratterizzando come un vero borgo green. Che l’idea residenziale realizzata dall’impresa Carron abbia riscosso un buon successo lo testimonia il fatto che nessuno vuole andarsene via. «È curioso», osserva Diego Carron, presidente dell’impresa fondata dal padre Angelo, «che tra le 60 unità costruite a partire dal 2010, anni difficili per il mercato immobiliare, non ci sia alcun cartello “vendesi». Dopo le 60 unità del primo lotto, realizzato su progetto dell’architetto Gianfranco Vielmo, il secondo lotto prevede altre unità abitative a firma dell’architetto Paolo Guglielmin. «Partiamo con i lavori di realizzazione di dodici nuove villette singole e abbinate», continua Diego Carron, «Questo intervento si concluderà entro fine anno». Il progetto è ad ampio raggio: «In futuro valuteremo l’avvio di altre fasi d’intervento, in base alle esigenze», chiarisce il presidente del Gruppo Carron e del Golf Club Ca’ Amata. Il nuovo complesso, dotato di una piscina indipendente, sarà realizzato con la direzione artistica di Arianna Carron e avrà a disposizione gli oltre 4 km di piste ciclabili illuminate immerse nel verde da cui si possono raggiungere in bici o a piedi in pochi minuti tutti i servizi del centro di Riese, dalla scuola materna ed elementare ai campi da tennis e bocce. Ma la rete delle ciclabili potrebbe estendersi: i residenti auspicano la realizzazione di una pista ciclabile che colleghi il borgo anche al centro di Castelfranco e di una piccola rotonda all’incrocio tra via Loreggia e via Postioma.

Articolo pubblicato in origine su La Tribuna di Treviso.